Comune di Reggio Emilia

Sezione moderna

La Sezione Moderna è stata creata nel 1978 e conta oltre 180.000 opere tra libri e opere multimediali.
Ogni anno viene aggiornata ed arricchita con circa 12.000 nuovi titoli.

La sua caratteristica principale è quella di favorire un contatto libero e diretto con le opere che sono ordinate in scaffali aperti, tra i quali i lettori possono aggirarsi in piena libertà, consultando, sfogliando, facendo ricerche e seguendo percorsi di lettura dettati solo dai propri gusti e dalle proprie curiosità.

Un bibliotecario è a disposizione per fornire informazioni, aiuto e consulenza.

Nella Sezione Moderna sono disponibili:
• libri di saggistica ordinati per argomenti
• la narrativa italiana e straniera ordinata per aree linguistiche
• i grandi classici della letteratura
• romanzi in lingua originale
• enciclopedie, dizionari, repertori e opere di consultazione
• film in ordine alfabetico per cognome del regista
• documentari ordinati per argomenti
• libri a grandi caratteri e audiolibri

La Sezione comprende anche:

• il Settore Bambini e Ragazzi: oltre 25.000 opere a disposizione di utenti dalla prima infanzia all’adolescenza, in spazi a loro dedicati. Con Mondolibri offre uno spazio multilingue, che non è solo ricco di materiali in lingua originale, ma si propone come strumento di valorizzazione delle lingue e delle culture presenti in città. Ricca e diversificata è anche l’offerta di film, cartoni animati e documentari, mentre sono disponibili anche riviste e giornalini che possono essere presi a prestito, tranne l’ultimo numero che deve essere consultato in biblioteca.
Il settore promuove iniziative di promozione della lettura e del libro rivolte in particolare al mondo della scuola, con incontri, animazioni, laboratori, visite guidate, giochi di lettura e proposte bibliografiche a tema;

• la Sala Telematica: una struttura che garantisce un accesso libero e facilitato alle risorse informative che i nuovi media rendono disponibili e che si propone come uno strumento utile alla promozione dell’uso delle tecnologie digitali.