Comune di Reggio Emilia

Report attività 2012


La Biblioteca Panizzi presenta, a partire dall'anno scorso, un dossier che vuole illustrare i progetti realizzati, i servizi proposti agli utenti e le attività di informazione e promozione svolte nel corso dell’anno.

Il bilancio di un anno di lavoro delle Biblioteche del Comune di Reggio Emilia, oltre al doveroso resoconto delle azioni e attività svolte, deve essere  anche occasione di riflessione sull’efficacia della programmazione attuata, sugli obiettivi raggiunti, sulla capacità (o meno) di continuare ad offrire alla comunità reggiana, in una fase così difficile per la spesa pubblica, un servizio efficiente e attento alle diverse esigenze dei cittadini.

Credo si possa affermare che il 2012 sia stato particolarmente positivo non solo in termini di  numeri (prestiti effettuati, orari di apertura, attività promozionali e didattiche), ma anche per lo sviluppo dei servizi, la riqualificazione degli spazi e l’aggiornamento tecnologico del sistema bibliotecario. Risultati raggiunti grazie soprattutto a due fattori: il lavoro appassionato e competente di tutto il personale del sistema bibliotecario reggiano, affiancato dai nostri bravissimi volontari, e il sostegno al nostro impegno quotidiano di quattordici aziende reggiane, gli ormai famosi “Amici della Biblioteca Panizzi”, che ci hanno affiancato in un progetto triennale di sviluppo e crescita dei servizi.
I principali indicatori numerici sono assai soddisfacenti: quasi 730.000 prestiti effettuati, 6.000 nuove iscrizioni, 788 attività didattiche che hanno coinvolto 21.000 bambini e ragazzi, 203.000 visite al sito web.

L’attenzione verso gli utenti è la principale guida del nostro lavoro. Dall’indagine di customer satisfaction svolta nel mese di giugno, che ha registrato un giudizio buono/ottimo dei nostri servizi per 89% degli utenti, abbiamo ricavato importanti indicazioni per pianificare un ulteriore progetto di qualificazione: aumento di oltre 40 posti di studio e lettura, ampliamento dei servizi di informazione al pubblico, ampliamento degli spazi della biblioteca ragazzi, copertura integrale dell’area della biblioteca con WI-FI, oltre alla prosecuzione dell’apertura domenicale della Panizzi, che ha incontrato un alto gradimento da parte dei cittadini , con oltre 20.000 ingressi nei nove mesi di apertura.
Nel mese di Giugno è stato attivato il nuovo sito www.bibliotecapanizzi.it, completamente rinnovato e arricchito di nuove funzioni, servizi on-line e nuove possibilità di accesso al patrimonio, anche in forma digitale. Al nuovo sito è abbinata la newsletter inviata settimanalmente, con il programma e le diverse iniziative e  opportunità offerte dalle nostre biblioteche.
Il patrimonio si è arricchito di importanti fondi donati alla biblioteca, tra i quali: l’archivio di Cesare Zavattini, gli archivi degli architetti Carlo Lucci e Prospero Sorgato, i fondi di Giuseppe Soncini e Claudio Cigarini, l’archivio e la collezione di libri d’artista di Corrado Costa, il fondo di Gianni Celati.

Queste solo alcune delle attività che ho voluto brevemente richiamare, ma è il report 2012, nella sua lettura complessiva, che rende l’idea del lavoro sviluppato nel corso dell’anno, senza dimenticare che la biblioteca Panizzi è aperta tutti i giorni dell’anno (ad esclusione delle domeniche d’estate) per una media di otto ore al giorno, con tutti servizi gratuiti e con un ampia scelta di opportunità.

Vogliamo inoltre che questa ricognizione sia anche letta come un “manifesto” della nostra idea di biblioteca, immersa nella comunità, in grado di aiutare a superare questa fase di grave difficoltà, caratterizzata da forti trasformazioni sociali, culturali e ed economiche.Una biblioteca che ha come primo obiettivo l’organizzazione e la gestione dei servizi di prestito e consultazione, ma vuole anche proporsi alla città come luogo di incontro, di confronto, di informazione, di solidarietà e di aggiornamento culturale.