Comune di Reggio Emilia

Raccolta cartografica


Il patrimonio cartografico della Biblioteca Panizzi si compone di due grandi fondi: la Raccolta Venturi costituita da circa 800 fogli e la Raccolta Sanfelici, che ne conta più di 700.
Ad essi si aggiunge il ricco patrimonio di materiale pubblicato in album o in volume collocato nella sezione di conservazione dei libri antichi. Si conservano infatti più di cento atlanti che documentano la migliore produzione cartografica europea dal Quattrocento alla prima metà dell’Ottocento. Vi troviamo, tra gli altri, i nomi di Gerard Kramer detto Mercatore, di Abramo Ortelio, degli olandesi Blaeu, Hondt (Hondius) e Jansson, del francese Guillaume De L’Isle, di Giovanni Antonio Magini.
 
La raccolta Venturi.
Questo corpus di carte geografiche faceva parte in origine delle collezioni dell’abate Giambattista Venturi, che contavano anche una biblioteca ricca di antiche edizioni, diversi manoscritti, una notevole raccolta di stampe e una collezione di minerali e di strumenti scientifici.
Nel 1921, grazie ad un lascito della contessa Leocadia Palazzi Venturi, viene depositata presso la nostra biblioteca la raccolta di carte geografiche assieme a ciò che rimaneva della raccolta di stampe.

La raccolta si compone di 350 unità composte a volte da più pezzi, per un totale di circa 900 fogli, in grande maggioranza settecenteschi, spesso colorati a mano, per lo più a stampa ma anche manoscritti, che si riferiscono prevalentemente all’Europa.
Le carte sono state restaurate e sistemate in cassettiere e ne è stato redatto l’inventario dalla dottoressa Carla Guatteri in occasione della sua tesi di laurea Il fondo cartografico (Raccolta Venturi) della Biblioteca Municipale A. Panizzi di Reggio Emilia, (1994) disponibile per la consultazione in sede presso la nostra Sezione di Conservazione e Storia Locale.

La raccolta Sanfelici
Nella primavera del 2008 una nuova importante acquisizione è entrata a far parte delle collezioni della Biblioteca Panizzi, grazie alla generosità del nostro concittadino, il cav. Roberto Sanfelici, che ha depositato presso il Gabinetto delle Stampe “A. Davoli” la sua straordinaria collezione di carte geografiche riguardanti l’Alta Italia, e particolarmente il Ducato di Modena e Reggio, dal Cinquecento alla fine dell’Ottocento.

Si tratta di un corpus di più di 500 carte (in oltre 700 fogli) che fanno della collezione, grazie anche ai suoi pezzi unici o rarissimi, la più importante raccolta privata esistente in materia ed una preziosissima base di studio. Tutte le carte sono state catalogate e presentate nei tre volumi Terre di Langobardia di Zeno Davoli e Roberto Sanfelici, editi nel 2003, 2005 e 2011 dall’Editore Panini di Modena, che costituiscono il catalogo completo della raccolta ed anche un vero e proprio repertorio di riferimento per studiosi, collezionisti e appassionati.