Comune di Reggio Emilia

Presentazione del libro "Wondy: Ovvero come si diventa supereroi per guarire dal cancro"


Sabato 21 giugno, ore 17.30
Biblioteca Panizzi - Sala del Planisfero
Presentazione del libro "Wondy: Ovvero come si diventa supereroi per guarire dal cancro" di Francesca Del Rosso.
Promosso da Andos - Reggio Emilia


Una giornalista racconta in un libro la storia di una donna che ha sempre sognato di essere “super” ma ci è riuscita soltanto quando il male ha minacciato di ucciderla. E solo allora ha imparato a diventare davvero una persona speciale.
In Italia ogni anno vengono diagnosticati 46 mila nuovi casi di carcinoma mammario: la probabilità di ammalarsi, nel nostro Paese, riguarda una donna ogni otto. Cifre spaventose, eppure più del 90 per cento oggi ce la fa, soprattutto grazie alle diagnosi precoci e ai progressi della ricerca farmacologica. Attorno a noi esiste quindi un popolo silenzioso di “sopravviventi”, quasi mezzo milione di donne che ci sono passate, in Italia.
Anche Wondy, un giorno, è diventata calva. Capita, se ti viene un cancro. Se una notte tra le lenzuola tuo marito ti accarezza il seno e ti chiede: «Ma questo punto così duro l'hai sempre avuto?».
 
“Wondy” è Francesca Del Rosso, giornalista che del suo lungo tumore ha appena fatto un libro con il titolo che riprende appunto il suo soprannome: quello di una donna che ha sempre sognato di essere “super” ma ci è riuscita soltanto quando il male ha minacciato di ucciderla. E solo allora ha imparato a diventare davvero una persona speciale.
 
Siamo a Milano, nei nostri anni. Francesca è una giovane donna realizzata nella vita professionale come in quella affettiva: un marito conosciuto nella redazione di una radio, due figli piccoli, sempre di corsa a tappare i buchi tra famiglia e lavoro.
Fino al giorno in cui la dottoressa «fa una brutta smorfia» controllando quel “nocciolino”, e allora tutte le priorità si invertono. Inizia un'altra esistenza: nude sale d'attesa ospedaliere, feroci reparti oncologici, mascherine sulla bocca, scintigrafie, flebo, valvole sottopelle, giornate scandite solo dai cocktail di farmaci e perfino sensi di colpa, perché anche questo accade quando ti arriva un cancro. Poi, naturalmente, quell'angoscia che ti attanaglia ogni sera: «Sto per morire?».

‘La storia di Wondy è la storia di tutte noi’ dice Erika la Presidente di Andos Reggio Emilia;  ‘la storia di tutte le donne che erano felici, indaffarate, piene di interessi, mogli innamorate, madri premurose… e un brutto giorno tutto all’improvviso cambia, il mondo si ferma.
Invece della spesa, della cena, della scuola arrivano la chemio, la radio, la mastectomia, il tamoxifene, il linfedema…
per questo quando io e le mie colleghe abbiamo sentito un’intervista televisiva a Francesca non abbiamo avuto dubbi: dovevamo conoscere questa donna, questa eroina; ma non potevamo tenerci per noi questo privilegio, volevamo condividerlo con tutte le donne della nostra città… finalmente sabato 21 giugno Wondy sarà a Reggio Emilia!’
 
Il libro di Wondy serve a “muovere il pensiero” a trasformare un male così grande in un’ opportunità, perché il  vero problema, per molte, resta il “dopo”: dopo le chemio, le mutilazioni, il lungo terrore. Non tutte riescono nella pratica della resilienza …Non è detto insomma che il trauma debba trascinarsi per sempre; e dal periodo di sofferenza si può non solo guarire ma anche imparare ad amare di più la vita nelle sue piccole e grandi gioie quotidiane, compreso un calice di vino o un week end con la famiglia. Wondy ha cacciato i suoi tre “sassolini”, così li chiamava, durante la malattia, ma soprattutto i fantasmi che questi si sono portati dietro durante gli anni del dolore e della paura.
Si può fare, ci testimonia Francesca Del Rosso nel suo romanzo autobiografico in cui nessun dettaglio è fiction ma è tutto maledettamente realtà. E “grazie al cancro” si può perfino coronare il proprio sogno di bambina: diventare un super eroina. Per se stessi, per la propria famiglia, per tutte le altre persone che ci sono passate o ci passeranno.