Comune di Reggio Emilia

Paolo Gubinelli (immagine 8)

Indietro Avanti
 
Santa Maria Nuella, piöv, e la piassa
l’è matta e g’àn sventrâ tütt el sagrâ.
‘N òm setâ giò, struppiâ sura ‘na cassa
me dìs: “Te dacci dentro“ e cun la man
me segna ‘na Madonna tacca al mür.
Mi vardi el trenu che me par scapà
e la Madonna che se pèrd nel scür.

Franco Loi




Santa Maria Novella, piove, e la piazza
è matta e le han sventrato tutto il sagrato.
Un uomo seduto, storpio su una cassa
mi dice: “Te dacci dentro“ e con la mano
mi segna una Madonna attaccata al muro.
Io guardo il treno che ho paura di perdere
e la Madonna che si perde nel buio.