Comune di Reggio Emilia

Mostre

2012

Un’idea e un progetto. Luigi Ghirri e l’attività curatoriale.
A cura di Laura Gasparini in collaborazione con Adele Ghirri. Introduzione di Quentin Bajac.
11 maggio – 30 giugno 2012 - Reggio Emilia – Biblioteca Panizzi – Piano Terra
Il legame tra Luigi Ghirri e Reggio Emilia è stato lungo e intenso non solamente in qualità di autore, ma anche di ideatore, organizzatore, curatore di mostre, iniziative, incontri e conferenze. La mostra si propone di illustrare cronologicamente i progetti e le iniziative in cui l’autore è stato in qualche modo coinvolto, attraverso l’esposizione di cataloghi, pubblicazioni e opere fotografiche conservate in Fototeca a testimonianza dell’intenso lavoro di ricerca e di promozione della cultura fotografica svolto da Ghirri in collaborazione con la città.

Scarica il catalogo in formato PDF

2011

Viaggio nelle capitali d’Italia: Torino, Firenze, Roma, vedute urbane e paesaggistiche nei percorsi del Grand Tour attraverso le collezioni della Fototeca, a cura di Laura Gasparini
Biblioteca Panizzi - Sala PianoTerra
Dal 6 maggio all’11 giugno 2011 - Le raccolte fotografiche dell'Ottocento della Fototeca della Biblioteca Panizzi, raccolgono diverse e significative immagini ed esemplari, sia singole, sia di album fotografici che documentano la tradizione figurativa legata al Grand Tour. Il viaggio del Grand Tour è un fenomeno tipicamente settecentesco che si protrae fino a tutto l'Ottocento, grazie all'inaugurazione delle importanti strade ferrate che hanno agevolato la pratica del viaggiare, diminuito le distanze e unito le nazioni. In mostra sono esposti, oltre alla ricca collezione di Andrea Mandarino, preziosi esemplari di carte salate della collezione del pittore Alessandro Prampolini (Reggio Emilia 1823-1865) provenienti dall'Istituto Statale d'Arte "Gaetano Chierici" che
illustrano lo sguardo su Roma antecedenti al 1870.

Vedute d’Italia, a cura di Francesca Fabiani e Laura Gasparini, in collaborazione con MAXXI - Architettura di Roma.
Fotografia Europea 2011 - Sinagoga, Via dell’Aquila
6 maggio 12 giugno 2011
L’esposizione ‘Vedute d’Italia’ presenta le ricerche di Olivo Barbieri (Carpi, 1954),  Nunzio.Battaglia (Gela, 1958), Marcello Galvani (Massa Lombarda, 1975) e Luciano Romano (Napoli, 1958) provenienti dalle collezioni fotografiche del MAXXI-Architettura con una proposta che segue la direzione della ricerca sul paesaggio e sulla fotografia inaugurata da Luigi Ghirri. Le linee di ricerca tracciate da Ghirri, a partire dagli anni Settanta, hanno contribuito infatti a far maturare nell’ambito della fotografia italiana una nuova consapevolezza del ruolo dell’autore, come di quello della della fotografia intesa come linguaggio. La lettura della realtà, in questo caso del paesaggio, sposta l’attenzione su altri temi cari alla contemporaneità quali l’ambiente, l’identità geografica, la natura; è quindi lo sguardo dell’autore che misura e racconta lo spazio che lo circonda e i temi che lo coinvolgono.
La mostra su Fotografia Europea 2011

RE900. Architettura del Novecento a Reggio Emilia a cura di Andrea Zamboni e Chiara Gandolfi. Catalogo Bruno Mondadori editore, Milano 2011.
Chiostri di San Domenico, Via Dante n.11 - Reggio Emilia
25 giugno – 24 luglio 2011

                                La città e la provincia di Reggio Emilia hanno un cospicuo e interessante patrimonio architettonico misconosciuto, rappresentato da una grande quantità di edifici novecenteschi di significativo valore architettonico. La mostra, esito di una lunga e scrupolosa ricerca, lo mette in luce guardando all'evoluzione dell'architettura reggiana tra fascismo, ricostruzione, dopoguerra e boom economico, inserendo la città nel contesto delle grandi trasformazioni del Novecento. Ne emerge un patrimonio di qualità diffuso sul territorio che merita e necessita di essere divulgato, compreso e salvaguardato. La ricerca iconografica è stata realizzata in collaborazione con la Fototeca della Biblioteca Panizzi e la campagna fotografica contemporanea è stata realizzata da Alessandra Chemollo che in collaborazione con numerosi archivi pubblici locali e nazionali e gli archivi degli architetti, tra i quali Carlo Lucci, Enea Manfredini, Franco Albini, Cooperativa Architetti e Ingegneri, Luigi Moretti, Giuseppe Vaccaro, Asnago e Vender e Pastor.

GD4PhotoArt. La fotografia s’industria. Industria, società e territorio.
Fotografia Europea 2011
Chiostri di San Domenico, Via Dante n.11 – Reggio Emilia
06 maggio - 12 giugno 2011
La fotografia s’industria, una mostra dedicata alla fotografia industriale. Un percorso che si snoda attraverso gli scatti dei quattro vincitori della seconda edizione del concorso GD4PhotoArt. La rappresentazione del corpo femminile nell’universo lavorativo quotidiano della francese Olivia Gay che ha ottenuto il primo premio e i tre progetti dei finalisti: i paesaggi desolati della Siberia del britannico Justin Jin, il progetto sui cumuli dell’italiano Alessandro Sambini e le immagini delle isole Svalbard dell’olandese Niels Stomps.
La mostra, promossa da G.D e Fondazione Isabella Seràgnoli, è accompagnata dal catalogo, curato da Giovanna Calvenzi, edito da Damiani Editore.
La mostra su Fotografia Europea 2011


Luigi Ghirri. Architetture e paesaggi.
Fototeca della Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia.
10 maggio al 10 luglio 2011 – Cesena - Chiesa dello Spirito Santo
a cura di Gino Malacarne, Ildebrando Clemente e Alessandra Moro
La mostra, promossa dall’Università di Bologna, facoltà di Architettura “Aldo Rossi”,  sede di Cesena, propone quella fotografia di Luigi Ghirri che ha cambiato il modo di intendere la fotografia di architettura, definendo un punto di vista particolare oltre lo specialismo. Restituiscono, infatti, un’immagine dei luoghi, dove lo sguardo del fotografo registra il risultato inatteso dell’incontro tra l’artificio del progetto, la città storica e il dato naturale, costruendo di fatto paesaggi capaci di suscitare atmosfere impreviste ed emozionali. La realizzazione della mostra e del catalogo è stata resa possibile grazie al prestito delle fotografie da parte dell’archivio degli Eredi di Luigi Ghirri e della Fototeca della Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia.

2010

Luigi Veronesi. Sperimentazioni fotografiche
A cura di Liliana Dematteis e Laura Gasparini. Testo di Quentin Bajac.
Fotografia Europea 2010 - Chiostri di S.Domenico – Via Dante n.11
Dal 7 maggio al 13 giugno 2010
L’esposizione di Luigi Veronesi intende presentare la parte dedicata alla ricerca e alla grafica legata all’editoria fotografica della collezione di Liliana Dematteis donata alla Fototeca della Biblioteca Panizzi.La mostra si snoda tra i numerosi percorsi di ricerca che l’autore ha intrapreso durante la sua carriera di pittore, illustratore, grafico, scenografo e fotografo a partire dal 1936 agli anni cinquanta del novecento.
La collezione di Liliana Dematteis costituita da fotografie, bozzetti grafici, libri d’artista, manuali di tecnica fotografica e cinematografica da lui progettati graficamente, permette di apprezzare pienamente l’idea di sperimentazione dell’autore dove la luce, insieme allo spazio, diventano elementi essenziali per la nascita di nuove immagini. In mostra saranno esposte circa 50 fotografie astratte, i bozzetti fotografici di scena, gli esecutivi grafici delle copertine della rivista Ferrania e una trentina di volumi relativi alla fotografia e al linguaggio cinematografico di cui Veronesi ha progettato la grafica e l’impaginato.
Luigi Veronesi su Fotografia Europea 2010

2001

Luigi Ghirri. Mostra antologica 1972-1992, a cura di Massimo Mussini e Paola Borgonzoni Ghirri. – Reggio Emilia – Chiostri di San Domenico e Palazzo Magnani. 3 febbraio – 25 marzo 2001.
Le 600 fotografie esposte, scelte da Massimo Mussini e Paola Borgonzoni Ghirri, provengono dalla Fototeca della Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia e documentano l'intero percorso creativo di Luigi Ghirri.
Ai Chiostri di San Domenico sono stati esposti 350 vintage prints del primo periodo (1972-1979), i lavori con alcuni artisti concettuali, e le sue prime ricerche sul "linguaggio" e sui "codici" della fotografia pubblicate in Kodachrome (1970-1978), Infinito (1974-75), e la documentazione relativa alla figura di Ghirri organizzatore, curatore, critico e protagonista di mostre in Italia e all'estero. A Palazzo Magnani sono state presentate, invece, 250 opere che si riferiscono alla sua ricerca a partire dal 1980 al 1992, periodo iniziato con la sua personale a Parma che segna una svolta fondamentale per la sua attività di ricerca.
La mostra è stata promossa dalla Provincia e dal Comune di Reggio Emilia con la collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Reggio Emilia "Pietro Manodori", di CCPL, della Bipop-Carire, di CNA e della Federico Motta Editore che ha curato l'edizione del volume-catalogo dal titolo: Luigi Ghirri, a cura di Massimo Mussini e Paola Borgonzoni Ghirri. Apparati critici di Laura Gasparini, Milano, Motta editore, 2001.

1996

Luigi Ghirri - Aldo Rossi: Cose che sono solo se stesse
Paolo Costantini, Luigi Ghirri - Aldo Rossi. Cose che sono solo se stesse,  Electa, Milano 1996.
Catalogo pubblicato in occasione della mostra, organizzata dal CCA (Canadian Center for Architecture) a Montreal nel 1996, a cura di Paolo Costantini. Il volume analizza le relazioni tra il modo di concepire l’architettura di Luigi Ghirri e l’opera dell’architetto Aldo Rossi. La mostra è stata ospitata dalla Fototeca della Biblioteca Panizzi nel maggio del 1997.

Mostra virtuale