Comune di Reggio Emilia

Miscellanea di astronomia e astrologia (sec. XIV-XV)


 [1385-1450 ca.]. Membr. (cart. le c. I e II); 215 x 155 mm; c. I + 72 c. (num. come 79, in quanto mancanti le c. 1, 5-6, 10, 30, 75-76) + c. II; grafia gotica a inchiostro bruno, dovuta a diverse mani; leg. moderna in pergamena.

Collocazione: Mss. Vari F 12

Il codice contiene una miscellanea di testi di argomento astronomico e astrologico, di autori diversi e trascritta da più mani, in gran parte risalenti alla fine del sec. XIV. L'ultima parte del codice, che si può collocare nella prima metà del sec. XV, è di grande interesse per il ricco e affascinante programma illustrativo che accompagna una serie di scritti dedicati alle simbologie dei pianeti e alle attività da essi presiedute. Per ogni astro (Saturno, Giove, Marte, Sole, Venere e Luna) troviamo, su due carte affrontate, da una parte la raffigurazione del nato sotto il relativo influsso, dall'altra le attività tutelate. L'atmosfera stilistica è quella del fiabesco mondo tardogotico, con influssi del Pisanello, non assimilato ma appena orecchiato. Il bifoglio mancante nell'ultima sezione del codice, corrispondente alle carte 75-76, è attualmente conservato alla Biblioteca civica Gambalunga di Rimini ed è in tutto e per tutto corrispondente al resto del codice.

SFOGLIA IL MANOSCRITTO