Comune di Reggio Emilia

Deposito esterno



! ATTENZIONE !
I ritiri di venerdì 6 e martedì 10 marzo non potranno essere effettuati per impossibilità di accesso al deposito esterno. Il prelevamento riprenderà venerdì 13 marzo.

Il Deposito esterno costituisce un’estensione dei depositi librari della Biblioteca Panizzi e delle Biblioteche Decentrate e la naturale sede dei materiali librari e delle raccolte di periodici con un più basso indice di utilizzo.

Realizzato nel 2004 presso i magazzini comunali di Via Mazzacurati, è stato allestito con una scaffalatura metallica autoportante che si sviluppa su tre piani, con incorporato un montacarichi, e che garantisce una capienza di circa 300.000 volumi.
Per consentire la consultazione dei materiali custoditi nel deposito è stato attivato un servizio di navetta che, con cadenza bisettimanale, trasporta alla Biblioteca Panizzi le opere richieste che gli utenti possono prenotare con un modulo on-line o presso la distribuzione della Sezione di Conservazione.


La revisione del patrimonio librario moderno
Le opere moderne a scaffale aperto destinate al prestito vengono revisionate periodicamente per verificarne l'adeguatezza e la coerenza con i fini della biblioteca.

Queste procedure di revisione prendono in considerazione uso, data di pubblicazione, qualità, natura e rilevanza scientifica dei documenti, per stabilire in maniera omogenea e ponderata quali materiali devono entrare a far parte del patrimonio "storico" e permanente della biblioteca, quali vengono accantonati e conservati temporaneamente, e quali infine vengono definitivamente eliminati dalle collezioni.

La procedura di scarto adottata si basa sullo schema denominato SMUSI che viene filtrato in base alla data di edizione e al numero di anni dall'ultimo prestito:

S = Scorretto, informazione falsa
M = Mediocre, superficiale, ordinario
U = Usato, deteriorato, di sgradevole presenza
S = Superato
I = Inappropriato, incoerente con la raccolta

Procedure per richiedere il materiale in Deposito Esterno

Nella Sezione di Conservazione e Storia locale il prestito a domicilio è di 4 opere (più altre 8 presenti nel Deposito Esterno) ed è consentito solo per le opere pubblicate dal 1951 in poi.

Tutte le opere anteriori a questa data sono consultabili solo in sede.
La durata del prestito è di 30 giorni.

Per i materiali conservati nel Deposito Esterno si effettuano due prelievi settimanali, il martedì e il venerdì. Nei casi in cui tali giornate coincidano con delle festività, il prelievo slitta al martedì o venerdì successivi. 
Le opere richieste vanno inviate tramite modulo on-line o consegnate alla distribuzione della Sezione di Conservazione entro le ore 17.00 del lunedì e del giovedì saranno disponibili rispettivamente dalle ore 15.00 del martedì e venerdì. 
L'utente sarà avvisato telefonicamente o via e-mail solo nel caso non sia possibile evadere la richiesta. Le opere rimarranno a disposizione presso la distribuzione della Sezione di Conservazione per 10 giorni. In caso di mancato prelievo, l’utente verrà tempestivamente avvisato.