Comune di Reggio Emilia

Rosanna Chiessi - Archivio Pari e Dispari - Album fotografici

 
            
 Indici: questi sono gli indici delle 47 raccolte di immagini e documenti della collezione, 
              risultato di un attento e minuzioso riordino dei materiali dell'archivio.
              Per una più agevole consultazione sono stati riprodotti in formato pdf scaricabile.


   
 
Album n.1  L'album ripercorre i primi anni di attività di Rosanna Chiessi; nel 1968 è con il gruppo che ruota intorno alla rivista  neoavanguardista “Amodulo”, fondata da Sarenco e Enrico Pedrotti e di cui fecero parte, tra gli altri, Enrico Miccini, Ennio Bianco, Giusi Coppini. Rosanna collaborò alla realizzazione della rivista e organizzò mostre ed eventi, tra cui una a Reggio Emilia nel 1968. Nel 1969 si trasferisce a Roma dove fonda uno studio che produce edizioni di grafiche e multipli, tra cui il Diario italiano di Agostino Bonalumi, e conosce Emilio Villa. Nel 1971 infine fonda Pari editori & dispari; la sua prima edizione è Carte da gioco 40+1+3, realizzate da altrettanti artisti, cui fanno seguito moltissime altre alcune delle quali documentate in questo album. Nel 1972 partecipa anche con una stand alla fiera IKI di Dusseldorf
Album n. 2  Nel 1974 Rosanna Chiessi entra in contatto sia con il movimento Fluxus, attraverso Joe Jones e Takako Saito, sia con gli azionisti viennesi tra cui il più celebre Hermann Nitsch; l'album presenta una performance musicale a Berlino nel 1974. Testimonia inoltre momenti di incontro e di scambio tra esponenti dei due gruppi, che presentavano, pur nelle fondamentali differenze, affinità nell'utilizzo della performance e dell'happening come forme espressive predominanti. L'incontro ad esempio tra il poeta e compositore Gerhard Ruhm e Takako Saito nella casa di Reggio Emilia, o il “gruppo di lavoro” con Nitsch, Jones, Saito, Cibulka e Vaccari nel 1975. Del 1976 è il fondamentale passaggio a Cavriago, ove si terrà nel 1977 il festival Tendenze d'arte internazionale, che trasformerà l'intero paese in uno spazio espositivo e performativo attirando moltissima attenzione.   
Album n.3  Rosanna Chiessi anima la sua casa di Cavriago con una intensissima attività espositiva e con performance di artisti italiani e internazionali: Concato, Boggieri, Gina Pane, Plinio Mesciulam, Emilio Isgrò. Con Peppe Morra è a Capri, nel 1977, dove incontra Urs Luthi, poliedrico artista svizzero, uno dei più celebri esponenti della body art. Il sodalizio tra Rosanna Chiessi e Peppe Morra, iniziata dall'epoca dei primi approcci con Nitsch, da seguito ad un fecondo scambio culturale tra Napoli e Reggio Emilia. Nel 1978 Pari & Dispari partecipa alla fiera di Bologna con otto eventi performativi, attirando le ire della direzione della fiera: Nitsch, Jones, Saito, Giuseppe Desiato, Geoffrey Hendricks, Urs Luthi, Franco Vaccari, Heinz Chibulka. L'anno seguente furono  proibite le performance in fiera.  
Album n.4  Rafael Alberti è un poeta spagnolo, tra i maggiori autori della sua generazione, esule in Italia per la sua militanza politica antifranchista; Rosanna lo conosce durante il suo periodo romano e nasce un longevo sodalizio. Con Alberti Rosanna pubblica Le 4 stagioni, Il gioco dell'oca-toro, Per Picasso
Nel 1975 è invitato a Reggio Emilia dove viene dichiarato cittadino onorario.
L'album documenta gli incontri, ufficiali e non, con Alberti nel corso degli anni. Un altro sodalizio importate per Rosanna è quello con Giuseppe Desiato, artista napoletano autore di numerose azioni basate sullo stravolgimento di ritualità e usanze religiose e popolari. 
Album n.5 - Presso il Ridotto del Teatro Municipale di Reggio Emilia nel 1983 si tiene, nell'ambito del progetto dei Musei Civici Regesto, una mostra antologica dell'attività di Pari & Dispari in occasione della quale Coco Gordon si esibisce in una performance. Seguono le testimonianze fotografiche di vari incontri tenutisi nella casa di Cavriago tra il 1983 e il 1986 con vari artisti: il performer Vito Mazzotta, il poeta Adriano Spatola e il compositore Fluxus Dick Higgins, Arrigo Lora Totino. Le Feste di maggio sono eventi tematici che Rosanna Chiessi organizzava tutti gli anni a Cavriago; nel 1987 si tenne “Era il maggio odoroso”, a tema floreale, il cui colophon è presente nell'album.
Chiude l'album la performance del maggio 1989 di Jacob De Chirico e Angelica Thomas a Cavriago. I due artisti si caratterizzano per azioni fortemente critiche nei confronti delle istituzioni politiche e religiose.   
 
Album n.6 - Nel 1988 Rosanna Chiessi va a New York; l'album testimonia in apertura l'incontro con il fotografo e scultore George O'Neill, intervistato da Ivanna Rossi. La seconda parte è invece l'incontro con Igor Sakharov, pittore russo esule in Germania, del 1986. Segue la sezione sull'evento Il Sesto senso della natura, mostra-evento tenutasi a Lecce presso il Castello Carlo V nel giugno del 1988. La mostra fu accompagnata da alcune performance di artisti amici come Takako Saito. La sezione include i comunicati, il progetto e una rassegna stampa selezionata. L'artista Tufano, nel 1989 a Cavriago, brucia tutte le opere pittoriche realizzate fino ad allora mentre un pianista accompagna l'azione. Graziano Pompili ed Eric Andersen testimoniano una delle attività più praticate nella casa di Cavriago, ovvero la creazione di opere in carta fatta a mano. Sempre a Cavriago, nel 1990, Anton Roca crea una installazione con una vecchia 500 e avviene un altro incontro tra i due compositori Tudor e Kosugi. Del 1990 è anche la donazione da parte di Pari & Dispari di alcune opere al museo di arte contemporanea della città di Lodz in Polonia.
 
Album n.7 - L’album documenta alcuni episodi del periodo compreso tra il 1991 e il 1995. 
Achille Bonito Oliva, amico di lunga data di Rosanna Chiessi, seleziona a Castelfranco Veneto alcuni artisti per la Biennale di Venezia del 1993, Punti cardinali dell’arte, a cura dello stesso Bonito Oliva. Le foto documentano gli artisti seguiti da Rosanna: Costantino Ciervo, Angelica Thomas, Anton Roca e Ampelio Zappalorto. Seguono alcune foto della conferenza su Casa Malaparte a Berlino nel 1993. Nel 1991 un viaggio con Ivanna Rossi per incontrare Antonio Presti, creatore di Fiumara D’Arte. Sono fotografate alcune delle opere contenute nel parco: Energia Mediterranea (l’”onda”) di Antonio di Palma, il Labirinto di Arianna di Italo Lanfredini, Una curva gettata alle spalle del tempo di Paolo Schiavocampo. Nell’albergo Atelier sul mare, realizzato commissionando ad ogni artista una stanza dell’hotel, cena e discussione di progetti futuri tra Rosanna e Presti. Seguono alcune foto della permanenza e della visita di alcuni studi d’artista a Berlino nel 1993. Nel 1995 presso il teatro di Scandicci viene organizzato un evento, in cui Rosanna Chiessi presenta il suo libro (In bicicletta sul mare - Oltre lo spettacolo) mentre ognuno degli artisti invitati mette in scena una piccola performance. Sempre nel 1995 viene realizzata una grande mostra presso la Sala Giardino dei Musei Civici di Reggio Emilia, Pari & Dispari, 25 anni di seduzione. All’inaugurazione è presente anche Pierre Restany, ritratto mentre visita l’esposizione. Segue una rassegna stampa di questo evento e di quello per Corrado Costa presso la caserma Zucchi dello stesso anno, Corrado Costa. Tra poesura e pittria. 
 
Album n.8 - L'album contiene alcune delle principali attività di pari & Dispari della seconda metà degli anni Novanta. Innanzitutto la pubblicazione del doppio volume In bicicletta sul mare – Oltre lo spettacolo, libro antologico e biografico che racchiude la vita e l'opera di Rosanna Chiessi fino ad allora. 
Molte le attività in Italia e all'estero: l'album si apre con l'inaugurazione della mostra “Questa sera si mangia la luna” a Castelfranco Veneto, in presenza degli artisti partecipanti, segue poi la documentazione di una conferenza – presentazione del libro di Rosanna con l'artista Giovanni Mundula a Bari presso l'Accademia di Belle Arti. Nel 1998 Rosanna partecipa all'inaugurazione delle vetrate dipinte da Luigi Ontani presso  il Municipio di Vergato, suo paese natale. In quell'occasione Ontani si fa scattare la foto, ora conservata presso i Musei Civici, che farà parte del progetto per un monumento a Corrado Costa. Sempre nel '98 Rosanna si reca a Berlino dove vive il nipote Valerio; alcuni artisti inizieranno in quel periodo a lavorare con lei come lo spagnolo Chema Alvargonzales e Costantino Ciervo. La frequentazione berlinese porterà all'apertura, nel 2000, della galleria Art in Progress che promuoverà anche giovani come Peter Goi. La Galleria Pari & Dispari è attiva anche a Reggio Emilia, con mostre di grande qualità: Robert Rauschemberg, Nam June Paik, Urs Lϋthi (che con Pari & Dispari realizza Un'isola nell'aria).
 
Album n.9
Attività della prima metà degli anni 2000. Una serie di viaggi a Londra tra 2002 e 2003, con tanto di foto “turistiche”, è per Rosanna occasione di allargare i suoi contatti e a visitare studi di molti artisti locali. L'installazione documentata è delle artiste britanniche Charlotte Cullinan e Jeanine Richards che lavorano sotto l'etichetta Art Lab. La nota di Rosanna evidenzia la partecipazione ad Artefiera del 2004 (che ospitò una sezione dedicata ai giovani artisti britannici). 
Nel 2004 a Napoli avviene un incontro tra storici esponenti delle arti performative: Hermann Nitsch, il più celebre tra gli Azionisti viennesi, e l'inventore del concetto di happening, lo statunitense Allan Kaprow.  
Sempre nel 2004, Rosanna concepisce e promuove la mostra itinerante Un cuscino per sognare, a cura di Marinella Paderni e Andrea Sassi, in cui gli artisti erano appunto chiamati a realizzare un cuscino. Qui sono documentate le esposizioni dello spazio White Cube di Monaco di Baviera e a Novegro (la mostra arriverà anche a Reggio l'anno successivo). Ultima, una mostra antologica presso la galleria Spazio Fisico di Modena dell'amico Giancarlo Guidotti nel 2006. 
 

Album n.10
Una parte importante dell'attività di Rosanna Chiessi sono le feste di Maggio, che organizzava al culmine della primavera e che declinava, di anno in anno secondo un tema. Queste occasioni, di solito arricchite dagli interventi di amici artisti, si trasformavano in vere e proprie performance. In questo album sono documentate alcune feste dei primi anni ottanta: presso la sede di Cavriago, le Feste sul Po, che si tenevano su un battello, le gite ai castelli, e poi le numerose cene. Protagonisti gli amici di sempre: Corrado Costa, Emilio Villa, Philip Corner, Giuseppe Morra e molti altri. 
 

  I restanti album, in corso di digitalizzazione, verranno pubblicati nelle prossime settimane e ne verrà data evidenza sul sito della Biblioteca