Comune di Reggio Emilia

Fondi speciali

Avvisi cinematografici
La Biblioteca Panizzi conserva diversi avvisi cinematografici dal 1896 al 1915 che provengono principalmente dalla Raccolta teatrale Rossi e documentano le origini del cinema a Reggio Emilia. Sono consultabili nel catalogo on-line (Manifesti cinematografici), con possibilità di ricerca per titolo, autore, data e luogo di proiezione.
La consultabilità degli originali appartenenti a questo fondo prevede la consulenza del bibliotecario referente (Chiara Panizzi) che valuterà le modalità di accesso in base al formato e allo stato di conservazione dei documenti.
La collocazione è quella indicata nel catalogo on-line.

Canzonieri e fogli per cantastorie
E' documentata, in questo fondo di circa 350 tra fogli volanti e opuscoli, la produzione della Tipografia “La Reggiolese”, fondata nel 1930 da Adolfo Confetta e attiva fino ai primi anni Quaranta. I documenti, arrivati in biblioteca tramite l'obbligo del deposito legale, sono descritti in un inventario disponibile in formato pdf di prossima pubblicazione. Per valorizzare in particolare la raccolta di fogli per cantastorie, nel 2008 la Biblioteca Panizzi ha allestito una mostra dal titolo “Le storie cantate” (link alla mostra).
Per la consultazione dei documenti originali presso la Biblioteca è necessario indicare il nome del fondo (Canz.) seguito dal numero progressivo che ha il documento nell'inventario.

Omaggi poetici
Gli omaggi poetici documentano un’antica tradizione che risale alle origini stesse della stampa e che si mantenne viva, attraverso una vastissima produzione, fino alla fine dell’Ottocento. I fogli volanti con versi d’occasione celebravano eventi di tipo sociale o religioso, come nascite, nozze, monacazioni, ordinazioni sacerdotali e predicazioni.
Uno dei principali fondi di omaggi poetici è  conservato tra i Manoscritti Turri ed è costituito da 1.071 documenti, di cui 1.001 fogli sciolti e 70 opuscoli, pubblicati tra il 1627 e il 1878.
E' disponibile un inventario in formato pdf, che suddivide il materiale in 6 sezioni (B 1-6), registra di ogni foglio la collocazione, l'autore del componimento, il titolo e la data di composizione, le note di stampa e il supporto.
Per la consultazione dei documenti originali presso la Biblioteca è necessario indicare il nome del fondo e della sezione (Mss. Turri B 1, Mss. Turri B 2, ecc.) seguito dal numero progressivo che ha il documento nell'inventario.