Comune di Reggio Emilia

Le utopie concrete di Alexander Langer

     
 
   
  25 ottobre > 20 novembre​
Biblioteca Santa Croce
 
mostra a cura di Lorenzo Capitani e Ugo Pellini

Apertura e inaugurazione mostra
giovedì 25 ottobre, ore 17.00
la mostra Parole e immagini di un “portatore di speranza”, con un ricordo di Aldo Capitini, maestro di pace.

Alex Langer (1946-1995) Sud-tirolese nato a Vipiteno, da padre ebreo e madre cattolica, vicino ai cattolici del dissenso e a Don Milani nella Firenze di fine anni ’60. Insegnante, giornalista, ricercatore, “uomo di confine oltre ogni confine”, ha saputo interpretare le istanze dei nuovi movimenti, con originalità e profondità, divenendo fondatore dei Verdi
in Italia e parlamentare europeo, votato alla causa della riconversione ecologica e della convivenza tra i popoli. Con la forza dell’esempio e attraverso una presenza instancabile nelle situazioni di maggiore tensione internazionale, in particolare nelle aree martoriate della ex-Jugoslavia , ha rappresentato un punto di riferimento imprescindibile per un nuovo pensiero ecologico e pacifista, capace di interrogare in profondità i paradigmi di una civiltà occidentale, fortemente segnata dal primato del mercato e del consumo. Anche dopo la tragica conclusione della sua esistenza, il lascito dei suoi scritti, delle sue mille iniziative in Italia e in Europa, delle sue proposte lungimiranti, continua a costituire un patrimonio prezioso per una visione ecologica del futuro.

Aldo Capitini (1899-1968) Ragazzo del ’99 dell’Ottocento, conosciuto dal grande pubblico per aver ideato la prima Marcia della Pace da Perugia, sua città natale, ad Assisi, ha attraversato molte stagioni di impegno, dall’antifascismo alla ricostruzione civile e postbellica. Filosofo, poeta, educatore, ha per primo in Italia operato un personalissimo confronto con il percorso nonviolento, approdando ad un suo originale pensiero, “disarmato e disarmante”, confrontandosi con gli intellettuali più liberi del suo tempo, promuovendo, ancora nel pieno della guerra fredda, un movimento per la pace concepito come soggetto politico autonomo e svincolato dalle più ristrette logiche di schieramento. Nel suo nome, molte iniziative di carattere nazionale, politiche ed editoriali, tengono viva, anche nei tempi dei nuovi conflitti internazionali, la causa della convivenza pacifica tra i popoli.
info e orari   la mostra è allestita alla Biblioteca Santa Croce
ed è visitabile negli orari di apertura della Biblioteca

Biblioteca Santa Croce
via Adua, 57
42124 Reggio Emilia
tel. 0522/ 585600
fax. 0522/ 920783
bibliotecasantacroce@comune.re.it