Comune di Reggio Emilia

Silvio D'Arzo

Figura quanto mai schiva ed enigmatica nel panorama letterario del nostro Novecento, Ezio Comparoni (Reggio Emilia, 1920-1952), autore dagli innumerevoli pseudonimi, fra cui il più celebre è Silvio D'Arzo, ha esplorato nel breve arco della sua esistenza i più diversi territori dell'esperienza letteraria: poesia, saggio, racconto, romanzo breve.

In occasione del cinquantenario della scomparsa e nell'ambito delle celebrazioni in corso a Reggio Emilia (gennaio - ottobre 2002), la Biblioteca Panizzi dedica a Silvio D'Arzo una mostra documentaria, che ripercorre l'itinerario esistenziale e letterario dello scrittore. Possiamo dunque rivivere i precocissimi esordi, i progetti solo abbozzati, gli scritti pubblicati in vita, le amicizie, fino alla parabola conclusiva, segnata dalla malattia e dall'intenso quanto inquieto rapporto con la giovane Ada Gorini, senza tralasciare accenni alla progressiva fortuna critica e editoriale dell'ultimo venticinquennio.

Materiali tratti dalla mostra aperta dal 13 aprile all'8 giugno 2002 allestita presso la Biblioteca Panizzi. Raccoglie materiali per lo più provenienti dalle raccolte della Biblioteca Panizzi (Archivio Degani, Manoscritti Reggiani, Fototeca, stampati della Sezione di Storia locale), è una sintesi, con significative integrazioni, di quella curata nel 1982 da Anna Luce Lenzi, della quale è ancora disponibile il catalogo all'interno delle pubblicazioni curate dalla Biblioteca Panizzi.

Istituto Superiore "Silvio D'Arzo" Montecchio Emilia